Archivi tag: istruzione

luci (1)

Dalla crisi finanziaria del 2008 qualcosa è cambiato. Ormai le politiche economiche non convenzionali sono nell’agenda delle banche centrali e dei governi e si discute apertamente di teorie che fino a tempo fa erano considerate tabù. Qualcosa è cambiato anche nell’insegnamento dell’economia. Gli economisti neoclassici cercano di inserire nei loro modelli frizioni ed elementi nuovi, seguendo (tardivamente) la lezione di Hyman Minsky. Il pensiero economico eterodosso è sempre meno considerato eretico ed è (un po’) più rispettato. Molti ormai criticano apertis verbis l’impostazione dominante in economia, il cosiddetto mainstream. Ed è giusto così. Ma cosa metteremo al posto del mainstream quando sarà morto di vecchiaia o malattia?

[Read More]

 

stickmans

 

In tempi recenti si è registrato un crescente interesse riguardo al tema della diseguaglianza dei redditi, a testimonianza del quale si è sviluppato un ampio dibattito sia in ambito accademico che nella sfera pubblica e politica. Il motivo di tale interesse risiede nella dinamica della diseguaglianza stessa. Per esempio (come mostra il grafico seguente), nel periodo che va dal 1979 al 2010, negli Stati Uniti il reddito del 20% più ricco della popolazione è quello associato al tasso di crescita maggiore, mentre il reddito del 20% più povero degli americani si è addirittura ridotto [1]:

 

agr_ri(Fonte: whitehouse.gov)

 

 

Che la diseguaglianza sia andata incrementando è dunque un fatto. Ma che ciò sia da considerarsi un problema, un evento positivo o neutrale, è invece oggetto di dibattito: secondo alcuni economisti, infatti, è l’incentivo monetario il traino dell’innovazione e del progresso, o più in generale ciò che spinge gli individui ad impegnarsi in qualsiasi ambito del processo produttivo.

 

[Read More]