ABOUT

 

Rethinking Economics Italia è una rete studentesca nata a Roma, che promuove il pluralismo teorico, metodologico e interdisciplinare nell’insegnamento dell’economia sia dentro le università che fuori da esse.
Rethinking Economics Italia è la rappresentanza italiana del gruppo internazionale di Rethinking Economics e dell’International Student Initiative for Pluralism in Economics (ISIPE).

 

Se siete interessati al nostro progetto e volete collaborare con noi o firmare il nostro manifesto, visitate la sezione come aderire.

 

Clicca sul seguente link per leggere la nostra Privacy Policy.

 

Gruppi locali

 

Rethinking Economics Bergamo

Rethinking Economics Bocconi

Rethinking Economics Bologna

Rethinking Economics Cattolica - Milano

Rethinking Economics Firenze

Rethinking Economics Genova

Rethinking Economics Modena

Rethinking Economics – studenti della LUISS

Rethinking Economics Sapienza

Rethinking Economics Torino

Rethinking Economics Trento


 

Fondatori

Nicolò Fraccaroli, è dottorando in Economics, Law and Institutions presso l’Università di Roma Tor Vergata e autore del libro Austerity vs Stimulus. The Political Future of Economic Recovery, pubblicato nel 2017 con Robert Skidelsky (Londra, Palgrave Macmillan). Laureato in Political Economy of Europe presso la London School of Economics e con lode in Scienze Politiche alla Luiss Guido Carli di Roma, ha coordinato a Londra con Robert Skidelsky un gruppo internazionale di accademici e studenti (Skidelsky Curriculum Committee) per la creazione del primo curriculum economico pluralista, finanziato dall’INET. Ha fondato la sezione italiana di Rethinking Economics (Rethinking Economics Italia) e ideato il programma radio “PIIGS Can Fly” sull’economia non mainstream. Nicolò ripensa l’economia perché crede che possa essere capita solo con un approccio interdisciplinare che includa materie come la scienza politica, la filosofia e la storia.
nicfraccaroli@gmail.com

 

Mattia Maria Achei, studente magistrale in Politiche per la cooperazione internazionale allo sviluppo presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, è laureato con lode in scienze politiche presso la Luiss Guido Carli di Roma. È stato autore e speaker della trasmissione radiofonica PIIGS Can Fly sulle economie eterodosse. L’approccio interdisciplinare di scienze politiche lo ha reso consapevole della necessità di un’offerta formativa più plurale dal punto di vista teorico e metodologico nelle università di economia, così da fornire allo studente gli strumenti adatti per affrontare la realtà economica nella sua complessità ed interezza.
mattia_achei@hotmail.it

 

Giacomo Bracci studia Economia presso l’Università di Bologna, è socio fondatore dell’Associazione Economia Per I Cittadini e coordinatore regionale per l’Italia della Young Scholars Initiative (YSI) promossa dall’Institute of New Economic Thinking. Ripensa l’economia perché, come scienza sociale, non può prescindere dallo studio del comportamento umano e delle condizioni di differenti gruppi di individui, né da un’accurata comprensione della moneta e dei sistemi finanziari che costituiscono l’ossatura del nostro sistema economico.
giacomo.bracci@studio.unibo.it

 

Michele Cantarella, dottorando in Economia presso la Fondazione Marco Biagi, è laureato con lode in Global Studies e Scienze Politiche, entrambe presso la Luiss Guido Carli di Roma. Naturalmente interessato all’economia e alle scienze sociali per via del suo corso di studi interdisciplinare, ha sviluppato un grande interesse anche sugli effetti dell’innovazione sull’economia, in particolare sul mercato del lavoro. Ha fondato Rethinking Economics perché sente che l’insegnamento dell’economia debba allinearsi ad un mondo che cambia sempre più velocemente.
cantmi@hotmail.it

 

Ivan Invernizzi, studente di economia politica all’università degli studi di Bergamo, sta preparando una tesi sulla relazione tra teoria del circuito monetario e MMT (modern money theory). Da sempre alla ricerca di quegli strumenti utili a leggere il mondo, Ivan vede grossi limiti e fatali fraintendimenti nell’approccio economico dominante e per questo scrive da tempo su retemmt.it. Sostiene Rethinking Economics perché dalla scienza economica dipendono i percorsi storici presi dall’umanità, e pensa sia meglio evitare di usare una cartina senza tutti i sentieri.
ivan.invernizzi.info@gmail.com

 

Augusto Palmieri è studente magistrale in Global Studies (Relazioni Internazionali) alla Luiss Guido Carli. Durante il suo percorso di studi, si è progressivamente avvicinato ai grandi temi di analisi dell’economia. I temi che principalmente lo hanno coinvolto sono stati il capitale, tangibile e umano, il mondo del lavoro e il sistema del welfare. L’interesse nell’approfondire la conoscenza di questi argomenti lo ha spinto a sondare nuove vie oltre quelle dell’economia classica. L’economia è una scienza sociale che spesso trascura il forte rapporto che si instaura con la società. Dalla riscoperta di questo legame è nato il suo interesse per un approccio più plurale all’analisi economica.
augustopalmieri91@gmail.com

 

Marco Schito è laureato in scienze politiche (BA) e international relations (MA) presso la LUISS Guido Carli di Roma e l’Université Libre de Bruxelles. Al momento è dottorando in political science al Trinity College Dublin. La formazione tipicamente interdisciplinare di questo percorso accademico lo ha portato a comprendere la necessità di un approccio che abbracciasse le diverse scienze sociali per superare gli schemi ancora troppo rigidi dell’economia. In particolare, il suo interesse per la storia del pensiero economico e le lezioni che i grandi scienziati sociali del passato possono ancora fornirci sono stati i catalizzatori nel suo sostegno all’iniziativa di Rethinking Economics.
schitomarco@hotmail.it

 

Roberto Volpe, è laureato magistrale con lode in Politiche pubbliche presso la Luiss Guido Carli di Roma, con una tesi sulle prospettive future per l’assicurazione di disoccupazione. Oggi collabora con la Direzione Generale Politica Industriale, Competitività e PMI del Ministero dello Sviluppo Economico, dove si occupa delle politiche nazionali per le piccole e medie imprese innovative. L’esperienza sul campo ha rafforzato la sua convinzione che le buone politiche nascano sempre da una buona riflessione teorica, frutto di una pluralità di approcci e di sensibilità critiche: un principio che non è destinato ad affermarsi senza sforzi.
rob.g.volpe@gmail.com