Archivi tag: rethinking economics italia

dollarmascherina

E’ probabilmente banale affermare che questo virus cambierà non solo le nostre abitudini sanitarie e sociali, ma le fondamenta del nostro assetto economico. Da chi dice che verremo forzatamente proiettati nell’era dello smart working, a chi dice che assisteremo alla nascita dell’Europa unita, le voci di molti sedicenti profeti si fanno sentire. Com’è giusto che sia: il nostro gusto per il dramma e lo spettacolo diventa insaziabile in momenti di crisi. Non è mio interesse stabilire qui il valore di verità di queste affermazioni. Però mi aggiungo con gusto alla schiera dei profeti perché il dramma e lo spettacolo piacciono anche a me.

[Read More]

rethinking_people

“La crisi innescata dal Covid-19 mette in pieno risalto alcune debolezze strutturali della costruzione del progetto europeo. Per questo motivo, le proposte che avanziamo intendono far fronte alle incoerenze e manchevolezze del sistema economico-istituzionale europeo sia in ottica emergenziale sia di medio-lungo periodo.”  

[Read More]

rethinking_people

La crisi innescata dal virus Covid-19 ha messo in risalto le debolezze strutturali della costruzione del progetto europeo. La portata storica di questo avvenimento ci pone davanti ad inevitabili cambiamenti che occorre governare e indirizzare con forza, cogliendo l’occasione di lasciarsi alle spalle ciò che già da prima aveva dimostrato di non funzionare.
Le proposte che avanziamo intendono far fronte alle carenze del sistema economico-istituzionale europeo sia per un’efficace gestione dell’emergenza sia per una sua trasformazione nel medio-lungo periodo.

[Read More]

stayhome

Have you ever wondered about how much your life is worth? Economists have always tried to give monetary value to people’s lives. Nowadays, this issue gets even hotter, since policymakers have to take into account all costs and benefits deriving from shutting down the world economy: when will the benefits of saving lives by ‘flattening the curve’ of infected individuals be outweighed by its costs?

[Read More]

istockphoto-680999232-1024x1024 (2)

In this series of articles Marco Senatore offers an analysis of the current state of economics and the proposal to establish a market for moral, organizational and cultural values. This instrument would reconcile surplus extraction and individual autonomy and therefore economics and ethics, with significant social and political implications.

The COVID-19 outbreak has undoubtedly been the greatest global challenge of the last years. The responses provided so far have been criticized or praised for their level of timeliness. However, the measures adopted are either coercive or monetary. Administrative power and money, already identified by Jürgen Habermas as the two dominant media for the systemic integration of society, confirm this role in our approach to such problems – a role that relieves social actors from the demand of strongly communicative actions[1].

[Read More]

23476776_1461001517302090_112064977_n

PERCHÉ QUESTO ARTICOLO

 

Questo articolo nasce come critica costruttiva al lavoro svolto da Rethinking Economics Italia negli ultimi anni. Conoscemmo entrambi RE Italia nell’autunno del 2014, tramite la sezione della LUISS Guido Carli, dove studiavamo per la nostra laurea triennale. All’epoca RE Italia era una realtà molto giovane, e oltre all’associazione LUISS esistevano solamente tre o quattro sezioni locali. [Read More]

cartamoneta

 

 

Teoria nominalista della moneta-credito. Valore astratto, credito e Stato

 

Nel senso pieno del termine [la moneta] può esistere soltanto in relazione alla moneta di conto. 

Keynes, 1930

 

Le radici della teoria nominalista della moneta risiedono nei contributi teorici degli economisti inglesi del XVII e XVIII secolo, della scuola storica tedesca e della teoria statale della moneta del XIX secolo. Venendo ai tempi più recenti, un notevole influenza sulla concezione eterodossa della moneta è arrivata dalle teorie keynesiane, circuitiste e neocartaliste del XX secolo.

[Read More]

SCUOLA: MATURI 2012, LA META' SCEGLIE UNIVERSITA'

 

In questo articolo si presenta il testo della relazione tenuta dall’autore ad una conferenza presso l’Università di Padova organizzata dal gruppo Il Sindacato degli Studenti, il giorno 11 maggio 2016.

 

ABSTRACT

La presente relazione vuole mettere in luce le questioni che riguardano la domanda di ripensamento dell’economia degli studenti di Rethinking Economics, parte del network globale International Students Initiative for Pluralism in Economics (ISIPE), in seguito allo scoppio della crisi finanziaria, denunciando l’incoerenza delle teorie presentate nei manuali di testo rispetto alla realtà. Ciò invita a guardare alla richiesta di ripensare l’economia non come un mero capriccio intellettuale, ma come ad una precisa e quanto mai seria necessità storica che non può più rimanere inascoltata. In particolare, questa relazione andrà ad indagare la natura della scienza economica, su cosa l’economia è o non è. Attraverso un breve sguardo storico, andremo a vedere come le teorie economiche sono profondamente influenzate dal contesto storico e dalle problematiche economiche caratterizzanti una data società. Questo approccio al pensiero economico, suggerito da Amiya Kumar Dasgupta, vi aiuterà a capire in che misura la scienza economica è “plurale” al suo interno e i motivi per cui in modo plurale andrebbe insegnata.

[Read More]