Archivi tag: Europa

rethinking_people

La crisi innescata dal virus Covid-19 ha messo in risalto le debolezze strutturali della costruzione del progetto europeo. La portata storica di questo avvenimento ci pone davanti ad inevitabili cambiamenti che occorre governare e indirizzare con forza, cogliendo l’occasione di lasciarsi alle spalle ciò che già da prima aveva dimostrato di non funzionare.
Le proposte che avanziamo intendono far fronte alle carenze del sistema economico-istituzionale europeo sia per un’efficace gestione dell’emergenza sia per una sua trasformazione nel medio-lungo periodo.

[Read More]

euro

 

La moneta unica è al centro di numerose polemiche alla luce della recente crisi economica e finanziaria e dalle politiche economiche che poco hanno fatto, secondo l’opinione di alcuni, per contrastarla.

 

Tuttavia, dobbiamo sgombrare il campo da fraintendimenti e malintesi, sempre nel rispetto dell’opinione di tutti e nella consapevolezza che non esiste una Verità, ma che insieme si può contribuire ad avvicinarsi a una migliore comprensione degli eventi.

 

L’articolo “La favola dell’euro” mette in risalto dei punti piuttosto interessanti, cari a chi sostiene politiche economiche di tipo keynesiano, recenti in questo periodo di ciclo economico negativo. Questo articolo di risposta non si propone di criticare l’impostazione keynesiana, dato che anche l’autore di questa risposta è d’accordo su una politica economica più proattiva e anticiclica in fase di crisi, ma suggerisce alcune precisazioni di tipo economico e politico. [Read More]

ecb

 

Sono ormai passati cinque anni dallo scoppio della crisi finanziaria che ha sconvolto il mondo e che ha travolto le economie più avanzate, dimostrando quanto fragile fosse il periodo di crescita che l’occidente stava vivendo e facendo emergere tutte le contraddizioni del sistema economico e sociale in cui viviamo.

 

L’Europa è al centro di questa “tempesta perfetta”. I paesi dell’Unione Monetaria Europea (UME), in particolare, sono quelli che stanno trovando maggiori difficoltà nel fronteggiare questa situazione. Lo dimostra il continuo aumento dei tassi di disoccupazione e il deterioramento della produzione che danno vita a una spirale recessiva che sembra non avere fine. [Read More]